Utilità

 

VALORE DEI DIRITTI DI USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE E DELLE RENDITE

Tabella sinottica sul calcolo dell'usufrutto 

Con decreto interdirigenziale 21 dicembre 2021 (G.U. n. 309 del 30.12.2021) è stato approvato il nuovo prospetto dei coefficienti per la determinazione dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite (o pensioni) vitalizie in materia di imposta di registro e di imposta sulle successioni e donazioni, calcolati al saggio di interesse del 1,25% come fissato dal D.M. 13 dicembre 2021, in G.U. n 297 del 15 dicembre 2021) in vigore dal 1° gennaio 2022.


   Anno di riferimento: 2022 al tasso di interesse del 1,25%

Età Usufruttuario

Coefficiente

% Usufrutto

% Nuda Proprietà

da 0 a 20

76

95,00

5,00

da 21 a 30

72

90,00

10,00

da 31 a 40

68

85,00

15,00

da 41 a 45

64

80,00

20,00

da 46 a 50

60

75,00

25,00

da 51 a 53

56

70,00

30,00

da 54 a 56

52

65,00

35,00

da 57 a 60

46

60,00

40,00

da 61 a 63

44

55,00

45,00

da 64 a 66

40

50,00

50,00

da 67 a 69

36

45,00

55,00

da 70 a 72

32

40,00

60,00

da 73 a 75

28

35,00

65,00

da 76 a 78

24

30,00

70,00

da 79 a 82

20

25,00

75,00

da 83 a 86

16

20,00

80,00

da 87 a 92

12

15,00

85,00

da 93 a 99

8

10,00

90,00











Calcolo del valore dell'usufrutto

Si prende il valore dell'intera proprietà dell'immobile (supponiamo € 200.000) e lo si moltiplica per il tasso di interesse legale (dall' 01.01.2022 è del 1,25%), si ottiene così:

La rendita annua = € 200.000 x 1.25% = € 2.500

La rendita annua viene poi moltiplicata per il coefficiente relativo all'età anagrafica di colui che cede la nuda proprietà (supponiamo che abbia 50 anni). Il valore dell'usufrutto risulterà pertanto pari a:

Valore dell'Usufrutto = € 2.500 x 60 = € 150.000.


Calcolo del valore della nuda proprietà

Il valore della Nuda Proprietà si ottiene per differenza. Nell'esempio: € 200.000 - 150.000 = € 50.000.

 

Rimanendo nell'esempio, quindi, la persona che decidesse di vendere la nuda proprietà del suo appartamento (del valore stimato di € 200.000) mantenendone l'usufrutto a vita,  incasserebbe € 50.000. Il nudo proprietario invece, per disporre dell'appartamento, deve aspettare la morte dell'usufruttuario, ma in cambio alla morte dell'usufruttuario disporrà di un appartamento del valore corrente di € 200.000 acquistato per un prezzo di € 50.000.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------------